novità del 26.01.2018 - detrazione mobili e elettrodomestici - detrazione iva - abbonamenti - durata del mandato - agevolazioni autocarri - voucher digitalizzazione - sistemazione verde - pagamenti - buste di plastica -

Detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici (c.d. “bonus mobili”) - Novità della L. 205/2017 (legge di bilancio 2018) (Guida Agenzia delle Entrate gennaio 2018)

La disciplina relativa al c.d. "bonus mobili ed elettrodomestici" previsto dal co. 2 dell'art. 16 del DL 63/2013 non solo è stata oggetto di proroga, ma anche di alcune modifiche da parte della L. 205/2017 (legge di bilancio 2018).
È previsto, infatti, che ai soggetti che beneficiano della detrazione IRPEF per gli interventi di recupero edilizio spetta un'ulteriore detrazione IRPEF del 50%:
- per le ulteriori spese documentate sostenute nell'anno 2018;
- per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica;
- finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione;
- a condizione che gli interventi di recupero del patrimonio edilizio siano iniziati dall'1.1.2017.

Detrazione IVA e registrazione delle fatture di acquisto - Ricezione dei documenti (circ. Agenzia delle Entrate 17.1.2018 n. 1)

Le indicazioni interpretative della circ. Agenzia delle Entrate 17.1.2018 n. 1 in tema di detrazione IVA rendono necessario tracciare il momento di ricezione delle fatture.
Nella pratica, gli strumenti per la trasmissione delle fatture frequentemente sono tracciabili e consentono di determinare la data di ricezione del documento. Si pensi alle fatture che il fornitore mette a disposizione su un portale online (es. bollette del servizio di energia elettrica, telepass) oppure ai sistemi EDI di trasmissione dei dati delle fatture tra fornitore e cliente oppure, più semplicemente, alle fatture trasmesse mediante PEC.
Il momento di ricezione della fattura è certificato e direttamente comunicato all'Agenzia delle Entrate da parte di coloro che emettono le fatture in formato elettronico e le trasmettono mediante Sistema di Interscambio.
Anche nell'ipotesi di fatture cartacee, trasmesse attraverso sistemi ordinari (posta, consegna brevi manu), il cessionario o committente può tracciare il momento di ricezione della fattura (ad esempio numerando e datando in ordine progressivo i documenti ricevuti).

Abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico – Novità della L. 205/2017 (legge di bilancio 2018)

Inserendo la lett. i-decies all'art. 15 co. 1 del TUIR, il co. 28 dell'art. 1 della L. 205/2017 ha previsto una nuova detrazione IRPEF nella misura del 19% delle spese sostenute per l'acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale.
L'agevolazione si applica alle spese sostenute a decorrere dall'1.1.2018, per un importo non superiore a 250,00 euro.
Le spese sono detraibili anche se sono state sostenute nell'interesse dei familiari fiscalmente a carico (es. coniuge, figli).

Composizione - Durata del mandato - Novità della L. 205/2017 (legge di bilancio 2018)

L'art. 1 co. 936 della L. 205/2017 ha modificato la disciplina sulle società cooperative, integrando, fra l'altro, l'art. 2542 c.c., con l'affidamento dell'amministrazione della società ad un organo collegiale formato da almeno 3 soggetti e con l'applicazione dell'art. 2383 co. 2 c.c., che, nell'ambito delle spa, limita il mandato degli amministratori per un periodo non superiore a 3 esercizi, anche alle cooperative-srl (art. 2519 co. 2 c.c.).
Tali disposizioni, non essendo stata prevista una norma transitoria, sono in vigore dall'1.1.2018.
Sulla composizione dell'organo amministrativo è intervenuto il Ministero dello Sviluppo economico, chiarendo che le società "che continuano ad essere amministrate" da un organo monocratico o da un organo collegiale nominato fino alla revoca versano in una condizione di irregolarità e saranno oggetto di diffida in caso di ispezione.
Sulla questione è intervenuto anche il Consiglio nazionale del Notariato, nello studio n. 9-2018/I, specificando che:
- per la composizione collegiale dell'organo amministrativo, la nuova norma avrebbe solo l'effetto di imporre un obbligo alla società di convocare l'assemblea per l'adeguamento statutario e la contestuale nomina del consiglio di amministrazione;
- il limite dei 3 esercizi opera anche per gli amministratori già nominati e decorre dall'inizio dell'esercizio in corso alla data di entrata in vigore delle modifiche, ferma restando la rieleggibilità, ove ciò non sia escluso dallo statuto

Proroga al 2018 - Novità della L. 205/2017 (legge di bilancio 2018) - Autocarri - Agevolabilità (risposte Agenzia delle Entrate Videoforum Italia Oggi 24.1.2018)

Nell'ambito delle risposte fornite in occasione del Videoforum di Italia Oggi, l'Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti in relazione a super e iper-ammortamenti.
Con particolare riferimento alla proroga dei super-ammortamenti per il 2018, prevista dall'art. 1 co. 29 della L. 205/2017, viene chiarito che sono esclusi dall'agevolazione soltanto i veicoli di cui all'art. 164 co. 1 del TUIR, essendo invece agevolabili gli autocarri, purché inerenti all'attività svolta.
Con riferimento alla cumulabilità degli iper-ammortamenti con altre agevolazioni, viene precisato che l'iper-ammortamento (al pari del super-ammortamento), in quanto misura generale, deve ritenersi fruibile anche in presenza di queste, salvo che le norme disciplinanti le altre misure non prevedano un espresso divieto di cumulo con misure generali. Pertanto, gli iper-ammortamenti sono cumulabili, ad esempio, con il credito d'imposta ricerca e sviluppo e con il credito d'imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno.

Voucher digitalizzazione - Termini di presentazione delle domande

Le domande per ottenere il voucher digitalizzazione potranno essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 30.1.2018 e fino alle ore 17.00 del 9.2.2018.
La presentazione avviene esclusivamente per via telematica, attraverso l'apposita procedura informatica disponibile sul sito del Ministero dello Sviluppo economico (www.mise.gov.it).
Il DM 24.10.2017 ha definito le suddette modalità e i termini di presentazione delle domande, da parte di micro, piccole e medie imprese, per ottenere il voucher, d'importo non superiore a 10.000,00 euro, per l'acquisto di hardware, software e servizi specialistici finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all'ammodernamento tecnologico.

Detrazione per gli interventi di "sistemazione a verde" - Novità della L. 205/2017 (legge di bilancio 2018) (risposte Agenzia delle Entrate Videoforum Italia Oggi 24.1.2018)

Nel corso del Videoforum di Italia Oggi che si è tenuto il 24.1.2018, l'Agenzia delle Entrate ha precisato che il c.d. "bonus verde", introdotto dal co. 12 dell'art. 1 della L. 205/2017 (legge di bilancio 2018), consistente in una detrazione IRPEF del 36%, spetta per gli interventi straordinari di sistemazione a verde, con particolare riguardo alla fornitura e messa a dimora di piante e arbusti di qualsiasi genere o tipo. Secondo tale indicazione, sarebbero agevolabili le opere che si inseriscono in un intervento relativo all'intero giardino o area interessata, consistente nella sistemazione a verde ex novo o nel radicale rinnovamento dell'esistente.
Conseguentemente, è possibile fruire dell'agevolazione anche per la collocazione di piante e altri vegetali in vasi, a condizione che faccia parte di un più ampio intervento di sistemazione a verde degli immobili residenziali.

Associazione dei costruttori - Denuncia alla Commissione europea – ERA ORA!!!

L'Associazione nazionale dei costruttori edili (ANCE), con un comunicato stampa diffuso in data 25.1.2018, ha reso noto che le sigle datoriali delle costruzioni (oltre all'ANCE, Legacoop, Cna costruzioni, Confartigianato edilizia, Confapi Aniem e Federcostruzioni) hanno presentato una denuncia alla Commissione europea nella quale si sostiene che la disciplina dello split payment (art. 17-ter del DPR 633/72) viola le norme UE in materia IVA.
Nel comunicato stampa in esame si rileva, fra l'altro, che:
- il meccanismo della scissione dei pagamenti genera una "perenne situazione" di credito IVA in capo alle imprese di costruzione nei confronti dello Stato;
- l'equilibrio finanziario delle imprese è messo a serio rischio considerato che la perdita di liquidità per quest'ultime, derivante dall'IVA versata e da quella relativa alle operazioni soggette alla scissione dei pagamenti, è stimata in circa 2,4 miliardi di euro all'anno;
- l'obbligo di fatturazione elettronica è una misura più che sufficiente per contrastare l'evasione dell'IVA.
L'ANCE, pertanto, afferma che il meccanismo dello split payment:
- viola il principio di neutralità dell'IVA a causa dell'insostenibile ritardo con cui lo Stato italiano eroga i rimborsi alle imprese;
- introduce una deroga alla direttiva IVA non proporzionata, poiché troppo svantaggiosa per le imprese e con una portata eccessivamente ampia sotto il profilo temporale e del numero dei soggetti coinvolti.

Pagamento con mezzi tracciabili - Novità della L. 205/2017 (legge di bilancio 2018)

Ai sensi dell'art. 1 co. 910-914 della L. 205/2017 (legge di bilancio 2018), a decorrere dall'1.7.2018 i datori di lavoro non potranno più retribuire in contanti i propri dipendenti, in quanto la disposizione impone, a fini di una piena tracciabilità dei flussi retributivi, di servirsi unicamente di alcuni strumenti tipizzati (bonifico bancario, strumenti di pagamento elettronico, ecc.) attraverso una banca o un ufficio postale.
Come osserva l'Autore, l'onere in questione rafforza la tutela del lavoratore e non fa venire meno quanto previsto dall'art. 1 della L. 4/53, che impone ai datori di lavoro di consegnare, all'atto della corresponsione della retribuzione, ai lavoratori dipendenti, con esclusione dei dirigenti, un prospetto di paga. Una differenza, tuttavia, emerge in relazione al campo di applicazione delle due normative. Mentre infatti l'obbligo di consegna del prospetto paga vige unicamente rispetto ai lavoratori subordinati, quello di corrispondere la retribuzione e i compensi con modalità tracciate riguarda anche i parasubordinati.
Infatti, secondo la disposizione ex L. 205/2017, per rapporto di lavoro si intende ogni rapporto di lavoro subordinato di cui all'art. 2094 c.c. (tranne PA e domestico), nonché ogni rapporto di lavoro originato da contratti di collaborazione coordinata e continuativa e da contratti di lavoro instaurati dalle cooperative con i propri soci ai sensi della L. 142/2001.

Buste di plastica - Commercializzazione - Limiti - Novità del DL 91/2017 - Entrata in vigore

Il DL 91/2017 (conv. L. 123/2017) recepisce la Direttiva europea 2015/720 per quanto riguarda la riduzione dell'utilizzo di borse di plastica di materiale leggero.
L'art. 9-bis introduce, fra l'altro, il nuovo art. 226-ter al DLgs. 152/2006, vietando espressamente la commercializzazione delle borse di plastica ultraleggere. Nel dettaglio, viene sancita la progressiva riduzione del consumo di borse di plastica, imponendo standard minimi di materia prima rinnovabile alle buste biodegradabili e compostabili nella misura del 40% dall'1.1.2018, 50% dall'1.1.2020 e 60% dall'1.1.2021.
Vengono previste, poi, sanzioni per coloro i quali violino tali disposizioni e, più nello specifico, sanzioni amministrative pecuniarie da 2.500,00 a 25.000,00 euro (ex. art. 261 co. 4-bis del DLgs. 152/2006), aumentabili fino al quadruplo per violazioni riguardanti ingenti quantitativi (ex. art. 261 co. 4-ter del DLgs. 152/2006).

Accetto

Questo sito utilizza i cookies per ottimizzare l'esperienza dell'utente durante la navigazione, proseguendo accetti di ricevere tali dati da questo sito.
Per maggiori informazioni sull'utilizzo dei cookies e per sapere come disabilitarli visita questa pagina.